Indagine ultrasonica su calcestruzzo

Opera civile

L'ultrasonica è una indagine non distruttiva applicabile alle strutture in c.a. per la determinazione della velocità di propagazione delle onde longitudinali (onde P) all'interno del calcestruzzo indurito.

La strumentazione impiegata per eseguire la prova è costituita da una unità centrale di controllo del segnale e da due trasduttori - la sonda emettitrice e quella ricevente - caratterizzati, per le applicazioni convenzionali, da una frequenza del segnale di 54 kHz. Lo strumento consente di misurare il tempo di volo del segnale ultrasonico all'interno del mezzo solito e, nota la distanza reciproca tra i trasduttori, di calcolare la velocità di propagazione delle onde longitudinali.

Lo studio delle modalità di propagazione dell'impulso nel mezzo indagato permette di dedurre informazioni riguardanti le caratteristiche meccano - elastiche, come ad esempio il modulo elastico normale dinamico, e l'omogeneità del materiale determinando l'eventuale presenza di cavità (legate al getto), distacco del copriferro o fessure. Tali difetti influenzano infatti la propagazione delle onde, riducendone sensibilmente la velocità. 

Oltre allo studio delle caratteristiche del getto di calcestruzzo, una importante funzionalità dell'indagine ultrasonica è offerta dalla possibilità di misurare la profondità delle lesioni negli elementi in calcestruzzo armato.

Torna alle prove